fotografia-aziendale-commerciale-padova-mauro-scattolini
Storytelling: ci piacciono le storie
Settembre 27, 2019

Fstoppers e i contest fotografici


 
 
 

“Una community di alto livello”

La fotografia, come molte altre arti affini è soggettiva, e quindi costretta ad un limbo nel quale (a volte) il nostro scatto preferito non incontra i gusti della popolazione e quello a cui siamo meno affezionati ha successo, lasciandoci interdetti sul perché. Solo questione di gusto? Non proprio.

Specialmente agli inizi, quando la curva di apprendimento è ripida e rapida, ogni nuova tecnica e orpello appare ai nostri occhi come un 'enorme' passo in avanti, verso il perfezionismo tecnico, verso ciò che comunemente definiamo 'un livello professionistico' e in parte lo è.
Però c'è dell'altro.

Questi primi passi (ampi) nel mondo della fotografia, ci fanno facilmente cadere nell'Effetto Dunning-Kruger: una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in quel campo. Al contrario, individui esperi si valutano meno competenti di quello che realmente sono.

 

Diventa quindi fondamentale riuscire a trovare il modo per poter confrontare il proprio lavoro ed esporlo alle critiche di un pubblico preparato, il cui livello sia superiore al nostro.

Così in Fstoppers ho trovato una community, non solo composta da fotografi internazionali d'alto livello, ma un luogo dove poter ricevere feedback importantissimi sulla propria fotografia. Non solo quindi un ottimo modo per migliorare, ma soprattutto per imparare a dialogare con ciò che a noi appare come un 'successo', ma che in realtà è un 'fallimento' (per dirla in breve). Insomma, tutte quelle fotografie che, una volta trascorsi mesi o anni, guarderemo chiedendoci 'perché?!'.

RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter
Italiano